Chiede Stefano: Da dove nasce il consenso di Donald Trump?

Caro Stefano,

come Le Pen in Francia o Salvini e Grillo in Italia, Donald Trump è un bravo demagogo, capace di parlare alla pancia della gente. Riesce a soffiare sul fuoco della paura delle persone comuni, quelle che temono che gli immigrati rubino il loro lavoro, che gli Usa di Obama siano troppo deboli. I suoi semplicismi, il suo dire cose politicamente scorrette, il parlare volgare, lo fanno apparire un leader forte. E, chiaramente, Trump si inserisce in un contesto favorevole al populismo: i fan di Trump sono soprattutto gli xenofobi, sono quelli che subiscono le diseguaglianze economiche. Trump sta attirando una larga fascia della società americana: non solo i repubblicani più estremisti ma anche tanti americani frustrati e arrabbiati. Il problema, è che Trump sarebbe un disastro come presidente.

This entry was posted in Chiedi ad Alan. Bookmark the permalink.

6 Responses to Chiede Stefano: Da dove nasce il consenso di Donald Trump?

  1. Davide says:

    Giusto Alan. Hai riassunto con grande sinteticità.
    Trump dice ciò che la gente vuol sentirsi dire, quella gente che magari si informa poco e approfondisce ancor meno, che ha paura del suo futuro. Non importa poi se quel che dice sia giusto, sbagliato, vero o falso. L’importante per Trump è (irresponsabilmente) creare consenso, poi si vede…

    Sappi Alan però che tra le tue “personas” milita molto centrodestra, perciò non sia drastico nelle prese di posizione, faccia ragionare, riflettere chi la legge, in maniera equa, imparziale e approfondita.
    Saluti.

  2. Vincenzo says:

    Mister Trump-(etta) presidente?
    Oltre che distruggere il suo paese, ma di questo non ce ne frega assolutamente nulla, potrà danneggiare anche tutti i paesi servi (come l’itaGlia) di codesta comunità-europea-filo-americaniota.
    Avanzano i pazzi, e questo emergere giustificano altri pazzoidi che ritengono “la merica” i veri diavoli del pianeta terra.
    Hanno ragione?

  3. Olga Antonelli says:

    Per favore, basta con questa “pancia” – con cui il “popolino” pare sia solo capace di esprimersi – e con questa aria di superiorità con cui certi sedicenti intellettuali bollano le opinioni altrui. Siamo politicamente scorretti perchè non seguiamo consigli superflui e di una banalità sconcertante? Ebbene, fatevene una ragione.

  4. Giuseppe Li Pera says:

    Chi lo dice che sarebbe un disastro? Lo si diceva di Ronald Reagan e poi si è visto che Ronnie è diventato il più grande Presidente! Non si può dire prima. Avete visto cosa ha fatto Obama? Eppure tutti dicevano che era il salvatore del mondo. Invece ha fatto solo disastri.

  5. Ramy says:

    ….paura che gli immigrati rubino il lavoro……? potrebbe anche essere non riuscire a sopportare persone tanto diverse in usi e costumi, che si insediano a prepotentemente tentando di sovvertire la cultura le abitudini ed il modus vivendi del paese che li ospita?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *