I SONDAGGI DI ALAN

[poll id=”102″]

One Response to Panico in Grecia, banche chiuse e controlli sui capitali. Domenica il referendum. Secondo voi:

  1. vincenzo says:

    Il nostro paese (Italia) nel 1946, cioè subito dopo la fine della guerra (voluta anche da casa Savoia), fu obbligato a scegliere tra monarchia e repubblica, sicché fece la sua scelta.
    Oggi stiamo vedendo che la scelta inesorabile che il 5 luglio dovrà effettuare il popolo greco è tra: “dittatura del potere finanziario europeo” e la reinstaurazione della propria “sovranità nazionale” (già espropriata dai gruppi di potere che si sono annidati nel parlamento europeo) con temporaneo ritorno alla dracma, cioè all’uscita definitiva da codesta Europa che ha totalmente modificata la sua vera essenza, il suo vero spirito per la quale fu voluta e quindi costituita.
    Ritengo giusto che, in un stato veramente democratico, debba il popolo a decidere, democraticamente, il proprio destino.
    I politici-politicanti che in passato hanno governato la Grecia, al servizio di quei gruppi di poteri, l’hanno profondamente devastata.
    Il popolo non è direttamente responsabile della personale gestione, di politicanti corrotti, della cosa pubblica.
    E’ solo la vittima e i fatti lo stanno dimostrando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *