I SONDAGGI DI ALAN

[poll id=”97″]

3 Responses to Ok al decreto legge per rimborso una tantum ai pensionati sotto i 3000€, dopo che la Corte costituzionale ha valutato illegittimo il blocco della rivalutazione degli assegni. Secondo voi:

  1. Roberto Frugiuele says:

    Siamo di fronte ad un falso ideologico (ed un reato) di Stato. Il problema non è pensioni alte/basse, ma contributi versati/non versati. Ovvero, scelte di previdenza/assistenza. Quante pensioni sotto i 3000 euro (lordi) sono frutto di un totale sistema retributivo? Quali maturate con soli 15 anni (per le donne 10 anni) di lavoro? Bene, proprio questi assegni verranno beneficiati ancora con 500 euro promessi. E che dire poi dei vitalizi di natura politica, che sono vere regalie. Stiamo mettendo il sigillo (a proposito di Notai, cari a Renzi) sulla morte di uno stato di diritto. Né serve fare riferimento a criteri di equità e gradualità, poiché già garantite, queste, dalle aliquote della fiscalità generale. E non solo, perché scontano, le stesse, i diversi scaglioni previsti in materia di perequazione. Nel Paese, evidentemente, è possibile oggi tutto ciò che fino a ieri non lo era. Abbiamo superato il confine della decenza e della tolleranza. Siamo passati ad una formula ante Christum/post Christum natum partorita da Renzi.

  2. E’ solo un gran buffone. Renzi non è stato eletto ed i monarchi non sono contemplati nella giurisdizione italiana .

  3. Pierluigi Santoro says:

    Piccola storia.
    Un mio amico ha evaso impunemente il fisco tutta la vita e,guadagnando bene, ha accumulato un tesoretto. Da più di un anno è in pensione,pur continuando a lavorare, e percependo una pensione bassa per scarsa contribuzione usufruira del “bonus”.Io non so quale sia la morale di questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *