La vittoria di David Cameron: Il commento di Friedman

This entry was posted in Video Blog. Bookmark the permalink.

3 Responses to La vittoria di David Cameron: Il commento di Friedman

  1. Due aspetti interessanti per l’italia: uno che dalle elezioni in UK viene fuori una maggioranza decisa scelta dagli elettori, l’altro che si dimettono i leader dei partiti perdenti rappresentanza, riconoscendo così la sconfitta e le scelte degli elettori!

  2. Mario Ferrero says:

    Il partito conservatore inglese ha ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi alla camera, con il 36,8 per cento del 66 per cento di elettori che ha votato , vale a dire col 24, 29 per cento dell’intero elettorato.Scandaloso ? No, se ogni parlamentare inglese , oltre che il suo partito. seguirà anche la sua coscienza. Se avrà il coraggio delle proprie idee. Se rappresenterà la nazione,come impone anche l’articolo 67 della nostra costituzione, di probabile futura abolizione da parte di Renzi.Infatti in Italia c’è una agguerrita minoranza che da almeno trent’anni va contro gli interessi popolari, in nome della governabilità, senza tener conto che l’Italia ha pochi voti di opinione , che in Italia ci sono mafia , andrangheta , camorra , ecc che impera il voto di scambio , che la corruzione è ormai la normalità, che non abbiamo convertito in potere finanziario, il potere imperiale di Mussolini, che ha addirittura perso la vita per aver ecceduto in governabilità.Infine la legge italicum è senz’altro incostituzionale ,se non altro perchè non stabilisce alcun limite minimo percentuale per vincere le elezioni al secondo turno , in contrasto con il 40 per cento stabilito per il primo turno.

  3. Walter Narduzzi says:

    I nostri politici, almeno una lezione dovrebbero prenderla da questa tornata elettorale inglese. Chi perde dà le dimissioni e se ne esce definitivamente dalla politica. Vale per tutti gli schieramenti politici.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *