VoxPop: Dimezzati i permessi e i distacchi sindacali



(servizio di Luna De Bartolo – video di Gabriele Franceschi)

Il governo Renzi ha dimezzato la possibilità per i dipendenti pubblici che svolgono attività sindacale a tempo pieno o parziale di usufruire di permessi e distacchi dal posto di lavoro per trasferirsi a spese dello Stato a lavorare per la propria organizzazione sindacale. Circa 1000 sindacalisti torneranno al lavoro.

Ecco cosa ne pensano nelle strade di Roma di questa misura che entrerà in vigore dal primo settembre.

This entry was posted in Video Blog. Bookmark the permalink.

7 Responses to VoxPop: Dimezzati i permessi e i distacchi sindacali

  1. Nicole Kelly says:

    Il problema sarà trovare un lavoro a queste mille persone.
    Avremo 1000 persone che perderanno tempo in ufficio.
    Una misura in apparenza giusta ma in pratica nulla.
    Si tratta dell’ennesima sceneggiata di Renzi per prendere voti e non fare niente di serio per l’economia.

  2. flavio says:

    Perfettamente d’accordo con Renzi – Lo scrivo da ex dirigente fim-cisl (un anno e mezzo) negli anni ’90 … molti … fim fiom uilm usavano le ore di p.s.r. per farsi gli affari loro … non per essere utili ai lavoratori .. ! Basta,è ora di finirla … rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo come stanno facendo in Germania, Francia e soprattutto in Spagna dove sono andato recentemente e il popolo vuole crescere … lavora … tiene al suo Paese … qui tendiamo ad essere ancora i furbetti del quartiere …! Così non si cresce !

  3. pernando says:

    E’ corretto, quantomeno, perchè i permessi sindacali dovevano servire a creare forte efficacia nel funzionamento della p.a.. Non è stato così, quantomeno nei fatti e nel giudizio medio che hanno i cittadini del funzionamento del pubblico. Non mi interessa sindacare i perchè ma il quadro è questo. Come è indubbio che il ivello di clientele e nepotismi presente nel pubblico ha trasformato troppo spesso il diritto del cittadino ad essere serviti dalla struttura pubblica in un favore che ti viene fatto. con tutte le conseguenze nefaste di corruzione ecc.. Altra cosa è se il provvedimento produrrà piu problemi o, sostituito da altre scelte, aiuterà la macchina pubblica a funzionare.

  4. pasquale says:

    iniziativa inutile, visto che il sindacato non esiste più

  5. Filiberto says:

    Spero che i sindacalisti non ci siamo rimasti male e tornino a lavorare in pace per i cittadini. Il Presidente Renzi spero che allinei il Sindacato pubblico alle regole attualmente vigenti in Francia, Germania e tutta Europa.

  6. mimmo says:

    Buongiorno a tutti, credo sia un atto dovuto nei confronti di tutti i cittadini, per essere competitivi a tutti i livelli bisogna partire anche dalle istituzioni quali i sindacati a dare l’esempio di riduzione dei permessi in ore e sisracchi 🙂

  7. Dinoski says:

    I lavoratori hanno il diritto di difendere i loro diritti. Il datore di lavoro ha il dovere di dare un locale per le riunioni ma fuori delle ore di lavoro, per esempio il sabato. In alternativa i locali possono essere forniti dai sindacati, (A Mantiova la CGIL ha una faraonica) . ILe imposizioni attuali e una delle ragioni della fuga dalle ditte .

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *