Ci vuole un bel coraggio…


Ci vuole un bel coraggio per dire che c’è una ripresa a portata di mano o un’inversione di tendenza sufficiente per fare in modo che dal 2014 si creino più posti di lavoro o che gli italiani sentano più soldi nelle loro tasche.
Senza grandi riforme e senza cambio di mentalità, questo 2014 rischia di lasciarci esattamente come stiamo oggi.

This entry was posted in Video Blog and tagged . Bookmark the permalink.

3 Responses to Ci vuole un bel coraggio…

  1. Questo è il linguaggio politico italiano Alan … qualsiasi cazzata va bene, purchè serva a permettere di non fare assolutamente nulla e lasciare le cose come stanno, cioè mantenere ognuno i suoi privilegi!

  2. CARLO says:

    Alan peggio di oggi perchè i consumi continuano a calare, quindi non stagnazione, piena recessione.
    Come economista ti chiedo di proporre un’idea pratica che abbia effetto nell’economia reale nel breve termine, considerando che la tassazione non diminuirà. Abbiamo bisogno di proposte dagli economisti non di commenti comuni come riforme, ecc… , ma proposte ed idee. Ti ricordo i TFR mensile in busta paga, che consentirebbe addirittura un prelievo fiscale allo Stato, aumentando la disponibilità degli Italiani. Misura d’emergenza in un contesto critico che è ormai una polveriera….

  3. NICOLA CEFALI' says:

    Questi cialtroni che ci governano e tutti i loro cortigiani continuano ad illudere gli italiani creduloni spostando di sei mesi, ogni sei mesi, la “previsione” di fine della crisi. Il loro scopo e durare quanto piu’ possibile, arraffare e poi succeda quel che succeda.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *